tempo di propagazione dei DNS

Ogni volta che effettuate una modifica ai record DNS (Domain Name System) del vostro dominio, possono esser necessarie fino a 48h affinchè queste modifiche si propaghino correttamente in tutta le rete Internet.

Questo tempo di propagazione dipende da molti fattori, che non sono sotto nè il nostro nè il vostro controllo, quali ad esempio:

  • i server DNS dei vari ISP (internet service provider), che conservano i valori dei DNS in cache anche per tempi molto superiori rispetto a quanto imposto dai valori TTL (vedi sotto)
    Alcuni ISP aggiornano i propri server DNS solo ogni tre giorni (ma abbiamo esperienza di un ISP nazionale che aggiornava i propri server DNS solo una volta alla settimana)
  • impostazione del parametro TTL (Time to Live)
    ogni record DNS è contraddistinto da un parametro TTL, che indica il tempo che i server DNS possono mantenere il dato nella propria cache prima di verificarlo ed eventualmente aggiornarlo.
    Ad esempio, un TTL impostato a due ore significa che i server conservano e considerano valido quel valore per due ore, prima di richiederne una nuova lettura al server DNS.
    Tempi di TTL brevi comportano tempi di propagazione inferiori, però contemporaneamente aumentano il numero di richieste DNS, sovraccaricando i server ed influendo negativamente sulla velocità del sito.
  • il Registry del dominio
    Se vengono cambiati i server autoritativi del dominio, noi sottoponiamo la richiesta al Registry immediatamente, ed il registry (in certi casi dopo aver verificato che i nuovi server rispondano a determinati requisiti) li iscrive nei propri registri.
    Alcuni registry effettuano queste operazioni molto velocemente, altri lo effettuano con periodicità molto più elevate (fino a 2 o 3 giorni).
    Ad esempio Verisign (Registry per i domini .com) aggiorna questi dati ogni 3 minuti, rendendo quindi la propagazione dei .com molto veloce.

Da tenere soprattutto in considerazione che la propagazione dei DNS non è né costante né lineare, e dipende dal server DNS utilizzato da chi cerca di collegarsi al sito: è possibile che utilizzando un certo server DNS la modifica sia già efficace, ed utilizzandone contemporaneamente un altro invece no, anche in zone geograficamente vicine.