Cosa accade ad un dominio dopo la scadenza?

PREMESSA: la gestione dei domini dopo la scadenza è strettamente legata all’estensione (TLD) del dominio ed al relativo regolamento.
Daremo quindi qui un’esposizione di massima, limitandoci ad esemplificare i casi più frequenti; per il dettaglio relativo al singolo TLD, sarà necessario fare riferimento ai rispettivi regolamenti tecnici ufficiali del Registry preposto.

DATA DI SCADENZA E DATA DI ULTIMA RINNOVABILITA’
Spesso queste due date coincidono, ma per alcuni TLD (es. .at, .ch, .eu) la data di ultima rinnovabilità può essere anche precedente alla data di scadenza; ovvero, il dominio va obbligatoriamente rinnovato con un certo anticipo rispetto alla scadenza.

DATA DI SCADENZA
Alla data di scadenza il dominio non rinnovato “cessa di funzionare”, nel senso che il Registry ne cessa la risoluzione dei DNS. Quindi, il relativo sito web e tutti i servizi correlati (email ecc.) non sono più operativi.

GRACE PERIOD
Alla scadenza, per alcuni TLD (es. .com, .net, .org, .info) segue un periodo di alcuni giorni (durata variabile in funzione dello specifico TLD), durante il quale il dominio è rinnovabile senza ulteriori esborsi e penalità se non la sola normale tariffa di rinnovo.
Normalmente il servizio torna on-line nell’arco di alcune ore dopo il rinnovo.
Diversi TLD (in genere, tutti i ccTLD) NON dispongono di alcun grace period (esempi di TLD che non dispongono di grace period: .it, .de, .eu)

REDEMPTION PERIOD
Dopodichè, per alcuni TLD segue un periodo di alcuni giorni  (durata variabile in funzione dello specifico TLD), durante il quale il dominio è rinnovabile a fronte di un costo sensibilmente maggiorato rispetto al normale canone di rinnovo.
Per maggiori dettagli, vedasi http://kb.newmedialabs.it/?View=entry&EntryID=10085

PENDING DELETE
E’ un periodo, di durata variabile (da alcune ore ad alcuni giorni), durante il quale il dominio non è più recuperabile neppure dal registrante originale.
In alcuni casi, per alcuni TLD viene pubblicata (a cura del Registry) l’elenco dei domini di prossima cancellazione (es. per i .it, vedasi http://www.nic.it/droptime/ )

Allo spirare del “pending delete”, il dominio viene definitvamente cancellato dal Registry e, di norma, torna immediatamente disponibile per una nuova registrazione da parte del primo che ne fa richiesta.

FAQ:

  • Ho lasciato scadere un dominio, che adesso è in redemption: invece di pagare la tariffa di redemption, non posso trasferirlo presso un altro Registrar?
    R: No. Un dominio può esser trasferito solo durante il suo normale periodo di validità. Quindi, un dominio scaduto non può esser trasferito.
  • Ho lasciato scadere un dominio, che adesso è in redemption: invece di pagare la tariffa di redemption, posso lasciare che scada e registrarlo ex-novo dopo la cancellazione?
    R: in teroria si, ma è un’operazione molto rischiosa. Dopo la cancellazione è frequente che i domini resi liberi vengano immediatamente registrati dai cosiddetti “Domainer”, che poi li utilizzano per “parcheggiarci” sopra pubblicità e, se qualcuno è interessati, rivenderli. L’acquisto di un dominio da un Domainer ha un costo variabile, comunque mai inferiore ad alcune centinaia di euro (e se il dominio è ritenuto particolarmente appetibile, il prezzo può essere anche di alcune migliaia di euro).
    I Domainer operano a mezzo di sistemi specializzati, e riescono a registrare i domini a cui sono interessati nell’arco di pochissimi secondi dopo la effettiva cancellazione.
  • Non ho potuto rinnovare il dominio in tempo perchè […]: non posso rinnovarlo normalmente?
    R: l’ingresso di un dominio in “grace period”, “redemption” e “pending delete” è determinato da procedure automatiche del rispettivo Registry, non eludibili e per le quali non sono ammesse mai deroghe, in nessuna situazione.
    Qualsiasi sia il motivo che ha determinato il mancato rinnovo (esempi: disguidi bancari che hanno ritardato il pagamento, infortunio del registrante che è stato impossibilitato a rinnovare tempestivamente, ma financo un terremoto, un’inondazione o lo stato di guerra), nessuno di questi motivi sarebbe minimamente preso in considerazione dal Registry per l’annullamento o la revoca dello stato di un dominio.
  • Come evitare che un dominio entri in grace-period o in redemption?
    R: l’unico modo è rinnovare sempre il dominio con congruo anticipo, oppure addirittura (per i TLD per cui è possibile farlo) rinnovarlo anticipatamente per più anni.