gestione dati di accesso FTP

Premessa: queste istruzioni si applicano solo ai pacchetti di hosting shared

Per gestire i dati di accesso FTP al proprio sito:

  • accedere a panel.newmedialabs.it
  • accedere dal menu “Servizi” al pannello di controllo specifico del proprio hosting
  •  cliccare sul pulsante “password FTP”

Si accederà così alla seguente schermata:

Vengono indicati i dati da impostare nel proprio client FTP, ovvero:

  • server (indicato anche come “hostname”)
  • utente
  • password

Per modificare la password di accesso FTP, è sufficiente inserirla nelle due caselle “Nuova password” e “conferma password”, e poi cliccare su “salva”.

NOTE:

  • la password FTP è diversa dalla password di accesso a panel.newmedialabs.it ed a qualsiasi altra password utilizzata per altri servizi
  • la password è “case sensitive” (ovvero: “MiaPassword”, “miapassword” e “miaPassword” sono tre password differenti)
  • utilizzare sempre password “robuste”: lunghe almeno 8 caratteri, che utilizzino sia lettere maiuscole che minuscole, numeri e caratteri speciali, e che non siano facilmente riconducibili a parole di uso comune

 

Gestione nel Fracto di domini registrati presso altro provider

Una delle caratteristiche che distingue il nostro piano Fracto da analoghi prodotti concorrenti è la possibilità di hostare al proprio interno domini registrati presso altro provider.
E’ una funzione che risulta utile in diversi casi:

  • in fase iniziale di trasferimento dominio
    E’ possibile realizzare l’hosting per un dominio, che viene momentaneamente mantenuto da un altro provider, e facendo puntare i relativi DNS al Fracto; dopo che l’hosting è realizzato, ed i servizi attivi, è possibile attivare il trasferimento vero e proprio riducendo al minimo i tempi di eventuali down del sito causati dal trasferimento
  • hosting di domini con TLD non gestiti da noi
    Esistono dei TLD (es. .cn, .hr) dei quali, a causa di particolari restrizioni, non possiamo curare la regitrazione.
    In questo caso è possibile mantenerli presso il Registrar accreditato, e solo farli puntare con i DNS al proprio Fracto.
  • domini di difficile o impossibile trasferimento
    Ci sono molte situazioni in cui un dominio può esser difficile o impossibile da trasferire:
    – perchè l’Admin-c non collabora
    – perchè il Registrante pretende di gestirne la registrazione in proprio
    – a causa di situazioni irregolari nella registrazione che, nel corso degli anni, non sono mai state sistemate, ed adesso sono diventate di difficile o impossibile risoluzione (esempio: dominio intestato ad un’azienda, cessata da noi. Il dominio è stato rilevato da altra azienda, formalmente differente, ma questa cessione non è mai stata formalizzata al Registro. Il legale rappresentante della ditta cessata è irreperibile, e quindi la situazione è impossibile da sanare).

Per attivare questo servizio:

  • effettuare un normale ordine di hosting, selezionando “dominio registrato presso altro provider”

Il costo, indifferentemente dal TLD del dominio, è pari ad € 8,99 + IVA

Il servizio di hosting sotto Fracto NON comprende la gestione dei DNS; il dominio dovrà quindi usare i DNS del Registrar presso cui è registrato, oppure in alternativa sarà necessario acquistare separatamente il servizio DNS.

 

abilitare l’accesso diretto utente per la gestione del servizio email

Quanto segue si applica ai servizi email dei piani Fracto gestiti attarverso il pannello di controllo cliente NewMediaLabs ( https://panel.newmedialabs.it/login.php )

L’utente Fracto può consentire l’accesso diretto ed indipendente per la gestione dei servizi email relativi ad ogni singolo dominiio hostato sotto il suo Fracto.
In tal modo, può consentire ai propri clienti di accedere in autonomia alla gestione del proprio servizio email, per impostare o cancellare le caselle, resettare le password, impostare dei forward ecc.

Per farlo: il titolare del Fracto deve entrare nella gestione del dominio e tramite la funzione ‘accesso utente dominio‘ configurare l’accesso per il dominio specificando la password di accesso che il suo cliente dovrà utilizzare.
Per l’accesso il suo cliente potrà effettuare il login all’indirizzo https://panel.newmedialabs.it specificando come user il dominio e come password quella che ha inserito nel form di abilitazione.

E’ possibile effettuare modifiche al php.ini?

In un ambiente shared, il php.ini è comune a tutti gli utenti che condividono lo stesso server.
Quindi, qualsiasi modifica al php.ini esistente va valutato molto attentamente, per le conseguenze che potrebbe avere sia su tutti gli altri utenti, sia sulle prestazioni del server.
Per questo motivo, non è possibile effettuare modifiche o personalizzazioni al php.ini.
A questo proposito accettiamo suggerimenti e segnalazioni, che possano permettere di rendere l’ambiente più flessibile e performante; tutte saranno prese in considerazione dai nostri tecnici e può darsi che, dopo le opportune verifiche, vengano anche adottate per i futuri nuovi server.

Cosa accade alla scadenza di un Fracto?

Un piano Fracto comprende per i domini associati tutti i servizi hosting (email, spazio web, database)

Alla scadenza di un piano Fracto non rinnovato:

  • tutti i servizi hosting relativi (email, spazio web, database) vengono sospesi e cessano di funzionare
  • dopo dieci giorni, i servizi hosting vengono cancellati definitivamente e non sono più recuperabili

Quindi, se non si intende rinnovare un piano Fracto, è importante che l’utente:

D: E’ possibile gestire i DNS di un dominio sotto Fracto dopo la scadenza del Fracto?
R: Si, è sempre possibile: la gestione del servizio DNS fa parte del servizio di registrazione dominio, e non del Fracto; quindi l’utente potrà sempre gestire in autonomia i DNS dei propri domini, in modo ad esempio di farli puntare ad un proprio server dedicato o ad altri servizi di hosting

D: Devo recuperare dei dati di un dominio, ed il Fracto è scaduto da alcuni giorni: come posso fare?
R: Se il Fracto è scaduto da meno di dieci giorni, è sufficiente rinnovarlo per renderlo nuovamente attivo ed accessibile.
Se invece è scaduto da più di dieci giorni, i dati sono già stati cancellati dai server; è possibile però in questo caso che siano ancora recuperabili da un set di backup. Si consiglia di aprire un ticket di assistenza per verificare la fattibilità ed il costo dell’operazione.

Come estrarre un sito da un Fracto e renderlo autonomo

Vi sono delle situazioni in cui possa esser necessario estrarre un sito da un piano Fracto e renderlo autonomo. Ciò può capitare, ad esempio:

  • se il rivenditore titolare del Fracto vuole assegnarlo autonomamente al suo cliente, al quale verranno successivamente fatturati i relativi canoni
  • se il sito si trova all’interno di un Fracto Windows e sia necessario spostarlo in ambiente Linux (o viceversa)
  • se nel piano Fracto sono rimasti solo un numero limitato di domini, e quindi non sia più economicamente conveniente
  • se il sito è stato ospitato nel Fracto solo per lo sviluppo ma, per la messa in produzione, debba esser associato ad un servizio di profilo superiore

In questo caso, vi sono due distinti modi di procedere:

Primo metodo:

  • effettuare un backup completo di tutti i contenuti (sito web, database, archivi email)
  • aprire un ticket e richiedere la cancellazione del servizio hosting sotto Fracto
  • ad avvenuta cancellazione, inserire un ordine per il servizio hosting desiderato
  • ricaricare i contenuti, ricreare le caselle email e ricaricare i relativi archivi

Vantaggi: questo sistema è estremamente economico, non comportando nessun sovracosto a parte il normale canone del servizio hosting scelto

Svantaggi: comporterà inevitabilmente un sensibile down del servizio, tra il momento in cui effettuiamo la cancellazione del servizio sotto Fracto ed il momento in cui l’utente ha concluso tutte le operazioni di upload dei contenuti e dei servizi (oltre, ovviamente, all’inevitabile tempo di propagazione dei DNS)

 Secondo metodo:

  • assicurarsi di disporre del credito sufficiente per l’acquisto del piano hosting desiderato e delle relative opzioni, nonché per il costo del servizio (Ticket Premium, € 27,00 + IVA)
  • aprire un ticket di assistenza, specificando il nuovo piano hosting scelto, e richiedendo che siamo noi ad effettuare la migrazione

I nostri tecnici a questo punto attiveranno il nuovo servizio hosting, e migreranno i contenuti (web, database, archivi email) dal vecchio al nuovo servizio di hosting. Il costo complessivo dell’operazione verrà detratto dal credito disponibile del cliente.

[box type=”warning”] NOTA: la migrazione dei contenuti web avverrà in maniera “bulk”, ovvero senza intervenire in nessuna maniera sugli stessi. Ogni modifica al codice che possa rivelarsi necessaria in seguito al cambio di piattaforma dovrà essere svolta autonomamente dal cliente.[/box]

Vantaggi: il down di servizio è ridotto al minimo

Svantaggi: costo leggermente maggiore

Come aggiungere un dominio ad un piano hosting Fracto

Per aggiungere un dominio al proprio piano hosting Fracto:

  • effettuare il log-in su panel.nwmedialabs.it 
  • selezionare la voce di menù”gestione ordini” -> “nuovo ordine”
  • a questo punto comparirà la seguente schermata: selezionare “aggiungi dominio ad hosting Fracto”
  • se si disponde di più di un piano Fracto, nella schermata successiva sarà possibile selezionare il piano Fracto in cui realizzare l’hosting:
  •  dovremo quindi indicare il dominio da utilizzare, scegliendo tra:
    – un nuovo dominio, da registrare
    (costo: la tariffa di registrazione del relativo TLD, secondo il listino corrente)
    – un dominio già registrato presso altro Registrar, e da trasferire quindi al Registrar NewMediaLabs
    (costo: la tariffa di trasferimento del relativo TLD, secondo il listin corrente)
    – un dominio già registrato presso NewMediaLabs (come “dominio semplice”, senza nessun servizio di hosting associato), e quindi già amministrabile attraverso il proprio pannello di controllo
    (operazione gratuita)
    – un dominio già registrato presso altro registrar e che, per un motivo qualsiasi, NON si vuole trasferire al Registrar NewMediaLabs
    (costo: canone base registrazione dominio, ovvero € 8,99 + IVA)
  • A questo punto, in caso di registrazione o trasferimento, si proseguirà come un normale ordine di registrazione/trasferimento dominio
    (NOTA: sarà necessario indicare un profilo registrante valido; se si tratta di un nuovo registrante, sarà necessario preliminarmente crearne il relativo profilo registrante)
  • Infine, l’ordine così creato verrà inserito nel carrello e potrà esser processato scegliendo una delle forme di pagamento disponibili.